Orari Apertura

Dalle 9.00 alle 13.00
Dalle 14.00 alle 18.00

“Il Collaboratore di Studio” è il primo strumento di aggiornamento e approfondimento pensato esclusivamente per la crescita dei collaboratori dello Studio.

OBIETTIVI DELLA RIVISTA

Con il 2017 nasce il primo strumento di aggiornamento e approfondimento pensato esclusivamente per la crescita dei collaboratori: la rivista mensile “Il Collaboratore di Studio” targata DRC Network.

Impostata in maniera decisamente operativa e personalizzata in relazione alle singole figure all’interno dello Studio Professionale, l’obiettivo della rivista è quello di fornire contenuti, strumenti, schemi di sintesi e spunti di riflessione che possano aiutare i collaboratori nella loro attività quotidiana.
L’intento è quello di far crescere professionalmente tutte le risorse dello Studio Professionale senza trascurare nessuna delle figure presenti al suo interno, e in particolare:
• il contabile
• il praticante
• la segretaria

“Il Collaboratore di studio”, pertanto, si prefigge di fungere da ausilio per il Professionista nell’individuazione delle principali novità normative e di prassi e dei temi di più stretta attualità e operatività che all’interno dello Studio Professionale sono affrontati quotidianamente da dipendenti e collaboratori, con la consapevolezza che i sempre maggiori impegni professionali e le numerose scadenze fiscali riducono il tempo che il Professionista può dedicare alla crescita delle risorse del proprio Studio.
Questa rivista, pertanto, si pone tra i suoi obiettivi anche quello di permettere al Professionista di ottimizzare il tempo da dedicare alla formazione dei propri collaboratori.

All’interno del mensile, pertanto, si è deciso di evidenziare le novità e le procedure operative che impattano sul lavoro dei collaboratori per dare loro delle linee guida di riferimento che li aiutino a svolgere la loro attività in maniera sempre più autonoma ed efficiente.

Preleva una copia in omaggio

STRUTTURA DELLA RIVISTA

La rivista si articola in 6 rubriche che spaziano dagli aggiornamenti normativi agli approfondimenti pratici nell’ambito contabile e fiscale, ponendo attenzione anche all’organizzazione dello studio e all’attività di segreteria. Queste sono le sezioni nel dettaglio:

Novità in breve
Si tratta di una rassegna delle principali novità di legge e di prassi emanate negli ultimi 30 giorni in formato tabellare, selezionata in funzione delle esigenze professionali del personale di studio, proposta in estrema sintesi, con un approccio operativo e già impostata al fine di orientare il destinatario a soluzioni pratiche.

Soluzioni di pratica fiscale
Nella sezione dedicata alla pratica fiscale vengono esaminate in forma molto concreta le novità che impattano in modo particolare sull’operatività dello studio e gli adempimenti del periodo. In questa rubrica verranno anche evidenziati tutti quei casi operativi di particolare rilievo che, proprio per la loro importanza e necessità di applicazione, meritano un’attenta e chiara trattazione.
Sarà dato risalto anche alla contabilità semplificata, dalla tenuta dei registri Iva e degli altri eventuali registri obbligatori a tutte le norme fiscali che impattano su tale regime, ivi compreso il regime dei minimi.


Soluzioni di pratica contabile
Sistemi e metodi di contabilizzazione “a tutto campo” per lo studio del commercialista, calibrati sia sugli adempimenti di carattere periodico, sia sui casi critici riscontrabili nella pratica quotidiana.
La sezione è focalizzata sulla pratica contabile e tratta l’identificazione e catalogazione delle fatture, l’effettuazione delle registrazioni con corretta imputazione a bilancio, la gestione dei registri e libri contabili, le scritture di assestamento, di integrazione e riallineamento ai sensi delle norme civilistiche e dei principi emanati dall’OIC.


Primi passi per la lettura e la redazione del bilancio d’esercizio
In questa rubrica vengono trattati con chiarezza e semplicità tutti gli aspetti relativi alla redazione del bilancio d'esercizio per una rappresentazione corretta e veritiera della Situazione Patrimoniale, Economica e Finanziaria dell'impresa.
Verrà dato particolare rilievo ai criteri di redazione, di imputazione e di valutazione delle poste di bilancio, oltre ad una attenta analisi delle disposizioni relative alle voci dello stato patrimoniale, del conto economico e della nota integrativa.


Schede operative di sintesi
In questa sezione vengono analizzati, in maniera schematica, specifici argomenti di particolare interesse per la gestione contabile aziendale e/o per l’individuazione delle regole che disciplinano un determinato adempimento.
L’obiettivo dell’iniziativa è quello di focalizzare l’attenzione su aspetti di natura operativa di uno specifico quadro normativo mettendo a disposizione degli utenti un sintetico vademecum, strutturato in diverse schede, nonché fornendo soluzioni ad eventuali dubbi procedurali.
In pratica, si tratta di uno strumento di facile e veloce consultazione, che consente ai collaboratori di studio di avere uno specifico e utile supporto per la propria attività.


La segreteria: il biglietto da visita dello Studio Professionale
In questa sezione vengono evidenziati gli aspetti più significativi dell’attività organizzativa e relazionale di segreteria per accrescere le conoscenze e le competenze delle segretarie dello studio.
La rubrica esaminerà nel dettaglio il ruolo e le attività che tali figure ricoprono sia nei confronti dell’esterno (clienti, fornitori, professionisti) sia all’interno dello studio stesso nei rapporti tra colleghi, nelle relazioni con i titolari di studio nonché nella tenuta delle loro agende e in particolare nell’organizzazione e gestione delle procedure interne.
Verrà inoltre affrontato anche il processo di problem solving per puntare ad ottenere una crescita professionale e un incremento dell’autonomia di tali figure lavorative.


Speciale “Strumenti operativi di lavoro”
Bimestralmente sarà fornito uno strumento operativo di lavoro sotto forma di tool, check list, file excel, modello di contratto o verbale, utile a collaboratori e dipendenti per lo svolgimento della propria attività.

DIRETTORE RESPONSABILE
Andrea Meneghello

COMITATO SCIENTIFICO
Federico Dal Bosco – Dottore Commercialista in Brescia
Giorgia Franceschini – Consulente d’Impresa in Milano
Luca Malaman – Dottore Commercialista in Verona
Andrea Meneghello – Ragioniere Commercialista in Milano
Giancarlo Modolo – Dottore Commercialista in Milano
Emanuele Pisati – Dottore Commercialista in Milano
Pierfranco Santini – Dottore Commercialista in Brescia
Luca Signorini – Ragioniere Commercialista in Verona


Preleva una copia in omaggio

COSTI

Prezzo annuale: € 90 + IVA 22%

Durata dell’abbonamento:
L’abbonamento decorre dalla data di ricezione del pagamento ed è valido per 12 mesi (esclusi quello promozionale gratuito di Gennaio 2017).
Non è previsto il rinnovo tacito.

Scarica il Coupon di Abbonamento

GLI ARGOMENTI DEL MESE DI FEBBRAIO

NOVITÀ IN BREVE
Circolari, risoluzioni, provvedimenti ed altre novità fiscali del periodo
Anche questo mese “Il Collaboratore di Studio” presenta le principali novità fiscali del periodo, esaminando nel dettaglio provvedimenti, circolari, comunicati stampa, risoluzioni, sentenze più rilevanti del periodo per l’attività quotidiana del collaboratore di Studio.

SOLUZIONI DI PRATICA FISCALE
Le novità della dichiarazione Iva 2018
Il modello Iva 2018 deve essere utilizzato da tutti i soggetti passivi esercenti attività di impresa, ovvero attività artistiche o professionali, per presentare la dichiarazione Iva riferita all’anno di imposta 2017. Ai sensi dell’articolo 8 del D.P.R. 22 luglio 1998 n. 322 è possibile presentare il modello tra il 1 febbraio e il 30 aprile 2018. Si ricorda che a partire dal 2016 non è più prevista la trasmissione in forma “unificata”, pertanto la dichiarazione Iva 2018 andrà predisposta e trasmessa unicamente in forma autonoma.

Il visto di conformità Iva
Da quest’anno sarà possibile compensare prima il credito annuale Iva. Infatti, rispetto alle vecchie regole, sarà possibile compensare orizzontalmente il credito trascorsi 10 giorni dall’invio telematico della dichiarazione Iva.

I modelli INTRASTAT 2018
Con il provvedimento n. 194409/2017 del 25 settembre 2017, l’Agenzia delle Entrate ha introdotto alcune novità sulla presentazione dei modelli INTRASTAT al fine di semplificare gli adempimenti a carico dei contribuenti passivi Iva. L’articolo prende in esame tali semplificazioni, che sono entrate in vigore dal 1° gennaio 2018.

La Certificazione Unica 2018 relativa ai redditi di lavoro autonomo: focus operativo specifico
Con il provvedimento n. 10729 datato 15 gennaio 2018, l’Agenzia delle Entrate ha approvato il nuovo modello delle certificazioni uniche per l’anno 2018 relativo al 2017. Sono stati quindi approvati sia il modello, sia le relative istruzioni, unitamente alle specifiche tecniche per la trasmissione telematica.
L’articolo riprende anche i passaggi principali delle istruzioni contenute nel provvedimento di cui sopra, al fine di agevolmente procedere alla compilazione dei campi della certificazione unica lavoro autonomo, unitamente alle relative tabelle dei codici di riferimento.

La lettera di compliance per differenze fra volume di affari dichiarato ai fini Iva e dati riscontrati dal Fisco attraverso lo spesometro
Il contributo esamina nel dettaglio le modalità di assolvimento da parte del contribuente dell’onere di dimostrare la veridicità dei dati dichiarati e/o le alternative a sua disposizione per adeguarsi ai dati indicati in comunicazione.

Rivalutazioni partecipazioni e terreni posseduti al 1° gennaio 2018
Nel corso del mese di giugno 2018 è stata nuovamente prevista la possibilità di perfezionare le rivalutazioni riguardanti le partecipazioni non quotate in mercati regolamentati e i terreni edificabili e agricoli.
Di seguito, in modo pratico, vengono analizzate le regole sia per procedere ad attuare le diverse rivalutazioni, sia per porre in essere coerentemente la corresponsione delle imposte sostitutive, nonché i termini e le modalità per l’eventuale compensazione di quanto corrisposto in sede di precedente rivalutazione.

SOLUZIONI DI PRATICA CONTABILE
La contabilità in regime ordinario
Dopo aver affrontato nello scorso numero l’argomento della contabilità semplificata, vediamo in questo numero le caratteristiche principali della contabilità ordinaria, il suo funzionamento e gli obblighi derivanti da tale regime.

Il processo di pianificazione e controllo di gestione in azienda
Lo Studio del Commercialista, nella sua concezione tradizionale (tenuta contabilità, adempi¬menti amministrativi e dichiarazioni fiscali), come non mai sta soffrendo per il maggior carico di adempimenti obbligatori, investimenti, costi e morosità e addirittura insolvenza della clientela; ma la vera minaccia, che ne potrebbe compromettere la sopravvivenza, è la comparsa di nuovi ed agguerriti competitor, che vogliono entrare nel mercato dei servizi e della consulenza alle imprese, per acquisirne quote considerevoli. L’articolo affronta nel dettaglio come un servizio di controllo di gestione per le proprie aziende clienti, con il supporto anche dello staff dello Studio commerciale, possa essere un fattore strategico e un’opportunità per lo Studio stesso.

PRIMI PASSI PER LA LETTURA E LA REDAZIONE DEL BILANCIO D’ESERCIZIO
Il ruolo del collaboratore in fase di accettazione dell’incarico di revisione da parte del Professionista

Il contributo analizza una delle fasi più delicate nell’attività di revisione, cioè l’accettazione (o mantenimento) dell’incarico. In questa fase il revisore non può delegare ad altri questo tipo di valutazione, ma il collaboratore in più momenti può rendersi particolarmente utile per il reperimento e la predisposizione della documentazione richiesta.

SPECIALE “STRUMENTI OPERATIVI DI LAVORO”
Fac-simile: Contratto di locazione di immobile ad uso commerciale (6+6)
Fac-simile: Contratto di locazione di immobile ad uso commerciale (9+9)


LA SEGRETERIA: IL BIGLIETTO DA VISITA DELLO STUDIO PROFESSIONALE
Come organizzare e gestire riunioni efficaci in ufficio

Le riunioni sono uno strumento efficacissimo per ottimizzare il tempo a disposizione, evitare dispersioni di energia inutili e organizzare le attività. Tutto questo a condizione che le riunioni siano ben organizzate e ben gestite, altrimenti anch’esse diventano fonte di perdita di tempo, stress e occasioni di conflitto.
Ricordiamoci che non è mai lo strumento ad es¬sere “buono” o “cattivo”, ma l’uso che se ne fa. Non è la riunione uno strumento organizzativo inutile, è la riunione mal organizzata ad essere uno strumento inutile.